E. info@ilarioesposito.it
P. +39 081 5308263
 

Abito su misura: la differenza tra un abito MADE TO MEASURE ed uno BESPOKE

Abito su misura: la differenza tra un abito MADE TO MEASURE ed uno BESPOKE

In un’epoca nella quale regna indiscusso il culto dell’apparire ed i social media sono i precursori di ogni tendenza, è diventato molto importante mostrarsi quanto mai perfetti ed al passo con i tempi.

Questa esigenza si riflette esponenzialmente anche nel campo dell’abbigliamento, in cui uno stile personalizzato mette in risalto il gusto ed il valore di ciascuno allontanandolo da una banale omologazione di massa.

Troppo spesso sentiamo parlare impropriamente di abito su misura, al punto da rendere necessaria una revisione del suo significato partendo da un basilare quesito: qual è la differenza tra un abito MADE TO MEASURE ed uno BESPOKE ?

Questi termini sono comunemente confusi, ma la differenza è sostanziale.

Il primo nasce da un modello preesistente di cui esistono diverse taglie, il quale viene personalizzato nei tessuti e nei dettagli in base alle preferenze del cliente. La sua lavorazione viene svolta con delle macchine ad hoc e segue pedissequamente l’iter di tutti i capi confezionati, quindi la produzione sarà molto veloce e dai costi contenuti.

Il secondo invece é un perfetto calco del cliente, in quanto viene creato direttamente con le sue misure ed in base al modello e al tessuto da lui scelti.

Dopodiché verrà disegnato l’abito al committente e con la stoffa scelta verrà preparato un modello da far provare. Per questa operazione sono necessarie almeno due prove ed in ciascuna ci sarà l’eliminazione di eventuali difetti per rendere il tutto impeccabile.

La lavorazione artigianale è eseguita esclusivamente a mano, dal disegno al taglio, dai ricami alle asole fino ad arrivare allo stiraggio.

Il bespoke, in quanto vero sartoriale, non consente la produzione di molti capi poiché richiede tempistiche più lunghe e di conseguenza costi più elevati, ma una cosa é certa: solo questo genere conferirà unicità all’abito rendendolo riconoscibile persino ad occhi inesperti.

Ilario Esposito